L’informazione che fà la differenza
per la tua impresa
23 Settembre 2020

Cessione saponi liquidi / gel cosmetici igienizzanti: no esenzione IVA

Recentemente, l’Agenzia delle Entrate, con la Risposta 17.9.2020, n. 370, ha fornito chiarimenti circa l’applicazione della “nuova” disciplina IVA alle cessioni di saponi liquidi cosmetici / gel cosmetici igienizzanti. Nel caso di specie, una società produttrice di cosmetici ha chiesto la possibilità di applicare tale disciplina, in quanto l’Agenzia delle Dogane identifica i “detergenti disinfettanti per mani” con il codice TARIC 3401 3000 “abitualmente impiegato per individuare la categoria dei saponi liquidi”. Per l’identificazione dei “detergenti disinfettanti per mani“, l’Agenzia delle Dogane nella Circolare n. 12/D individua diversi codici preceduti dalla particella“ex”. Sul punto, nella Risposta n. 370 l’Agenzia delle Entrate evidenzia che: la particella “ex”, che precede i codici indicati nella citata Circolare n. 12/D, ha il significato di “una parte di”. Di conseguenza”la voce doganale richiamata ha una portata più ampia e pertanto occorre individuare all’interno della stessa,quali beni siano agevolabili ai sensi dell’articolo 124″; il codice 3401 3000 non identifica prodotti con proprietà disinfettanti, in quanto fa riferimento a”prodotti e preparazioni organici tensioattivi per la pulizia della pelle, sotto forma liquida o di crema, condizionati per la vendita al minuto, anche contenenti sapone“. Tali beni “possono essere anche addizionati di altre sostanze (per esempio,disinfettanti, polveri abrasive, cariche, prodotti medicamentosi)”. Alla luce della finalità del citato art. 124 (ossia, […]
22 Settembre 2020

COMUNE DI MONTIANO: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO.

Il Comune di Montiano intende dare un sostegno economico alle imprese del territorio danneggiate dal lockdown imposto per il contenimento del contagio da COVID – 19, mediante la corresponsione di un contributo a fondo perduto una tantum. REQUISITI DI AMMISSIBILITA’: I contributi sono riconosciuti alle imprese attive ed in possesso dei requisiti in seguito elencati alla data di presentazione della domanda: – avere sede legale ed operativa o unità locale operativa nel comune di Montiano, presso un immobile che sia in locazione o in proprietà, attiva ed operativa alla data di presentazione della domanda; – essere regolarmente iscritto nel Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente; – aver registrato perdita di fatturato nel periodo dal 01 marzo al 31 maggio 2020 almeno del 50%, rispetto allo stesso periodo del 2019 (tale requisito non è da applicarsi alle imprese il cui inizio dell’attività è successivo al 1° gennaio 2019); – non essere in posizione debitoria nei confronti del Comune per ciò che concerne imposte, tasse e oneri, comunque denominati, relativi agli anni precedenti al 2020. E’ fatta salva la possibilità di accedere al contributo in caso di saldo totale del debito o, se possibile, di rateizzazione dello stesso; – […]
22 Settembre 2020

Finte mail Inps

L’INPS segnala che sono in atto nuovi tentativi di frode tramite phishing ai danni degli utenti. L’Istituto invita a ignorare ogni tipo di email che proponga di scaricare allegati e moduli precompilati al fine di ricevere rimborsi per errori nel versamento dei contributi previdenziali o di cliccare su link per accedere alla procedura che consente di presentare ricorsi amministrativi. Il rischio è di scaricare un virus dannoso per le proprie apparecchiature informatiche. Si ricorda che l’INPS non invia in nessun caso mail contenenti link cliccabili e che tutte le informazioni sulle prestazioni INPS sono consultabili accedendo al portale istituzionale. È necessario, pertanto, prestare massima attenzione alle comunicazioni che si ricevono, non cliccare sui link di email di origine dubbia e verificare sempre l’indirizzo di provenienza.
22 Settembre 2020

Nuova fattura elettronica dal 1^ ottobre

Dal 1.10.2020 potranno essere utilizzate le nuove specifiche tecniche della fattura elettronica, contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 166579/2020. E’ previsto un periodo provvisorio in cui potranno essere utilizzate anche le precedenti specifiche tecniche, ossia, fino al 1.01.2021, dopodiché la nuova versione sarà obbligatoria. Le nuove specifiche tecniche prevedono un significativo ampliamento delle tipologie di documenti che possono essere emessi e trasmessi al Sistema di Interscambio. La nuova versione 1.6.1 del xml, infatti, si caratterizza per: l’inserimento di nuovi codici «TipoDocumento»; un maggior dettaglio dei codici «Natura» dell’operazione; nuovi codici «Tipo ritenuta» e «Modalità pagamento». Per esempio, i codici relativi al TipoDocumento sono saliti a 18, dai 7 precedenti, a seguito dell’introduzione di specifici codici per le fatture differite (TD24 per beni e servizi o TD25, per triangolazioni interne) e per le cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (TD26). Il precedente codice TD20 continuerà ad essere usato per l’autofattura per regolarizzazione; mentre si dovrà usare il codice TD16, per integrare le fatture passive in reverse charge interno, le quali possono (senza obbligo) essere inviate al Sdi. Ancora, sono stati introdotti nuovi codici per creare file xml per integrare le fatture degli acquisti di beni Ue (TD18) e per l’integrazione o l’autofattura degli acquisti di servizi dall’estero (TD17), […]
8 Settembre 2020

Regolarizzazione Pec entro il 1^ ottobre

Entro il 1^ ottobre 2020 le imprese iscritte alla Cciaa che non hanno un indirizzo pec o che non hanno un indirizzo attivo devono regolarizzarsi. L’obbligo è già previsto da diversi anni ma vi sono ancora tante imprese non in regola pertanto viene ora espressamente prevista una sanzione da un minimo di € 206 ad un massimo di € 2.064 per le società e da un minimo di € 30 ad un massimo di € 1.548 per le imprese individuali. Decorso il termine del 1^ ottobre chi non sarà in regola oltre alla sanzione si vedrà attribuire d’ufficio un domicilio digitale per la sola ricezione dei documenti a cui sarà possibile accedere con Spid, Cns e Cie 3.0. Per i professionisti iscritti agli Albi la verifica della presenza di domicili digitali attivi è demandata agli Ordini territoriali di appartenenza.        
3 Settembre 2020

Bonus bici: sbloccato il decreto attuativo

Il decreto attuativo per il bonus mobilità sabato 5 settembre sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale. Il fondo è stato quasi raddoppiato e dal 5 settembre partiranno i 60 giorni necessari per finire il portale. Dal 4 novembre quindi al via i rimborsi senza «click day». Ricordiamo che è necessario possedere la fattura dell’acquisto (o in alternativa lo scontrino parlante) e lo Spid.
23 Settembre 2020

Cessione saponi liquidi / gel cosmetici igienizzanti: no esenzione IVA

Recentemente, l’Agenzia delle Entrate, con la Risposta 17.9.2020, n. 370, ha fornito chiarimenti circa l’applicazione della “nuova” disciplina IVA alle cessioni di saponi liquidi cosmetici / gel cosmetici igienizzanti. Nel caso di specie, una società produttrice di cosmetici ha chiesto la possibilità di applicare tale disciplina, in quanto l’Agenzia delle Dogane identifica i “detergenti disinfettanti per mani” con il codice TARIC 3401 3000 “abitualmente impiegato per individuare la categoria dei saponi liquidi”. Per l’identificazione dei “detergenti disinfettanti per mani“, l’Agenzia delle Dogane nella Circolare n. 12/D individua diversi codici preceduti dalla particella“ex”. Sul punto, nella Risposta n. 370 l’Agenzia delle Entrate evidenzia che: la particella “ex”, che precede i codici indicati nella citata Circolare n. 12/D, ha il significato di “una parte di”. Di conseguenza”la voce doganale richiamata ha una portata più ampia e pertanto occorre individuare all’interno della stessa,quali beni siano agevolabili ai sensi dell’articolo 124″; il codice 3401 3000 non identifica prodotti con proprietà disinfettanti, in quanto fa riferimento a”prodotti e preparazioni organici tensioattivi per la pulizia della pelle, sotto forma liquida o di crema, condizionati per la vendita al minuto, anche contenenti sapone“. Tali beni “possono essere anche addizionati di altre sostanze (per esempio,disinfettanti, polveri abrasive, cariche, prodotti medicamentosi)”. Alla luce della finalità del citato art. 124 (ossia, […]
22 Settembre 2020

COMUNE DI MONTIANO: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO.

Il Comune di Montiano intende dare un sostegno economico alle imprese del territorio danneggiate dal lockdown imposto per il contenimento del contagio da COVID – 19, mediante la corresponsione di un contributo a fondo perduto una tantum. REQUISITI DI AMMISSIBILITA’: I contributi sono riconosciuti alle imprese attive ed in possesso dei requisiti in seguito elencati alla data di presentazione della domanda: – avere sede legale ed operativa o unità locale operativa nel comune di Montiano, presso un immobile che sia in locazione o in proprietà, attiva ed operativa alla data di presentazione della domanda; – essere regolarmente iscritto nel Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente; – aver registrato perdita di fatturato nel periodo dal 01 marzo al 31 maggio 2020 almeno del 50%, rispetto allo stesso periodo del 2019 (tale requisito non è da applicarsi alle imprese il cui inizio dell’attività è successivo al 1° gennaio 2019); – non essere in posizione debitoria nei confronti del Comune per ciò che concerne imposte, tasse e oneri, comunque denominati, relativi agli anni precedenti al 2020. E’ fatta salva la possibilità di accedere al contributo in caso di saldo totale del debito o, se possibile, di rateizzazione dello stesso; – […]
22 Settembre 2020

Finte mail Inps

L’INPS segnala che sono in atto nuovi tentativi di frode tramite phishing ai danni degli utenti. L’Istituto invita a ignorare ogni tipo di email che proponga di scaricare allegati e moduli precompilati al fine di ricevere rimborsi per errori nel versamento dei contributi previdenziali o di cliccare su link per accedere alla procedura che consente di presentare ricorsi amministrativi. Il rischio è di scaricare un virus dannoso per le proprie apparecchiature informatiche. Si ricorda che l’INPS non invia in nessun caso mail contenenti link cliccabili e che tutte le informazioni sulle prestazioni INPS sono consultabili accedendo al portale istituzionale. È necessario, pertanto, prestare massima attenzione alle comunicazioni che si ricevono, non cliccare sui link di email di origine dubbia e verificare sempre l’indirizzo di provenienza.
22 Settembre 2020

Nuova fattura elettronica dal 1^ ottobre

Dal 1.10.2020 potranno essere utilizzate le nuove specifiche tecniche della fattura elettronica, contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 166579/2020. E’ previsto un periodo provvisorio in cui potranno essere utilizzate anche le precedenti specifiche tecniche, ossia, fino al 1.01.2021, dopodiché la nuova versione sarà obbligatoria. Le nuove specifiche tecniche prevedono un significativo ampliamento delle tipologie di documenti che possono essere emessi e trasmessi al Sistema di Interscambio. La nuova versione 1.6.1 del xml, infatti, si caratterizza per: l’inserimento di nuovi codici «TipoDocumento»; un maggior dettaglio dei codici «Natura» dell’operazione; nuovi codici «Tipo ritenuta» e «Modalità pagamento». Per esempio, i codici relativi al TipoDocumento sono saliti a 18, dai 7 precedenti, a seguito dell’introduzione di specifici codici per le fatture differite (TD24 per beni e servizi o TD25, per triangolazioni interne) e per le cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (TD26). Il precedente codice TD20 continuerà ad essere usato per l’autofattura per regolarizzazione; mentre si dovrà usare il codice TD16, per integrare le fatture passive in reverse charge interno, le quali possono (senza obbligo) essere inviate al Sdi. Ancora, sono stati introdotti nuovi codici per creare file xml per integrare le fatture degli acquisti di beni Ue (TD18) e per l’integrazione o l’autofattura degli acquisti di servizi dall’estero (TD17), […]
8 Settembre 2020

Regolarizzazione Pec entro il 1^ ottobre

Entro il 1^ ottobre 2020 le imprese iscritte alla Cciaa che non hanno un indirizzo pec o che non hanno un indirizzo attivo devono regolarizzarsi. L’obbligo è già previsto da diversi anni ma vi sono ancora tante imprese non in regola pertanto viene ora espressamente prevista una sanzione da un minimo di € 206 ad un massimo di € 2.064 per le società e da un minimo di € 30 ad un massimo di € 1.548 per le imprese individuali. Decorso il termine del 1^ ottobre chi non sarà in regola oltre alla sanzione si vedrà attribuire d’ufficio un domicilio digitale per la sola ricezione dei documenti a cui sarà possibile accedere con Spid, Cns e Cie 3.0. Per i professionisti iscritti agli Albi la verifica della presenza di domicili digitali attivi è demandata agli Ordini territoriali di appartenenza.        
3 Settembre 2020

Bonus bici: sbloccato il decreto attuativo

Il decreto attuativo per il bonus mobilità sabato 5 settembre sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale. Il fondo è stato quasi raddoppiato e dal 5 settembre partiranno i 60 giorni necessari per finire il portale. Dal 4 novembre quindi al via i rimborsi senza «click day». Ricordiamo che è necessario possedere la fattura dell’acquisto (o in alternativa lo scontrino parlante) e lo Spid.